Alfa Romeo Giulia, occasione mancata?

Scroll down to content

Potrebbe sembrare strano ma l’Alfa Romeo, ad eccezion fatta per l’inarrivabile Quadrifoglio Verde, non è riuscita a creare una versione della Giulia dedicata ai puristi della guida sportiva.

L’Alfa Romeo Giulia è una gran bella macchina, dall’handling eccezionale, seduta perfetta (avvolgente, bassa ma non troppo), sterzo preciso, sospensioni di un altro pianeta rispetto alla concorrenza tedesca…ma incredibile a dirsi non c’è una versione divertente e sportiva vecchio stile a sola trazione posteriore! Sigh! L’essenza della sportività Alfa la troviamo declinato solamente nella versione Quadrifoglio verde, inarrivabile per le tasche di molti. Sotto la Quadrifoglio c’è la Giulia Veloce da 280cv (e superbollo), con il sistema AWD chiamato Q4. Questo sistema comporta circa 70Kg di peso in più, più consumi rispetto ad una Giulia “normale” (anche se minimi), e si occupa di trasferire trazione all’anteriore quando il posteriore la perde. Aiuta quindi in inverno su strade innevate o dove c’è scarsa aderenza. La Veloce poi non ha la modalità Race (esclusiva della QV) che disattiva completamente tutti i controlli elettronici 😮 Quindi niente, metterla di traverso, sovrasterzo e divertimento no.

Per avere una vera Alfa da puristi, comoda tutti i giorni ma divertente da portare ogni tanto in pista, bisogna “farsela da soli”:

  • Prendere un allestimento 2.0L a benzina da 200cv
  • Aggiungere il pack sport (differenziale autobloccante, sospensioni elettroniche, etc) +2500Euro
  • Aggiungere i freni maggiorati +550Euro
  • Eventualmente i cerchi da 19” +1000Euro
  • Sbloccare la centralina e portare il motore a 280cv +700Euro (è lo stesso motore della Q4)
  • Prendere il Selettore delle modalità guida della Quadrifoglio verde e trovare qualcuno che sappia abilitare la modalità Race, presente nel software ma bloccata.
  • Ordinare paraurti anteriore e posteriore della Veloce +3000Euro, verniciarli del coloro giusto +600Euro. I paraurti della versione normale sono tutto fuorché “aggressivi”.

I product designer dell’Alfa non sono stati capaci di confezionare un’offerta dedicata al mercato degli acquirenti più sportivi, che non disdegnano l’utilizzo più estremo, di certo in linea con la filosofia del marchio, offrendo loro una Q2 Veloce con elettronica disattivabile. Che in definitiva sarebbe stato facile: basta togliere alla Q4 il sistema AWD e non bloccare la modalità race in centralina. Mha. (Ad onor del vero una versione Q2 esiste, ma solo nel mercato USA, senza modalità race, e senza look racing).

Non offrire la modalità Race e non avere una versione Veloce esclusivamente a trazione posteriore sono due scelte di marketing suicide, che sicuramente hanno reso, sotto certi aspetti, meno appetibile il prodotto sul mercato, penalizzandone le vendite. Nel mio caso, per esempio, la Giulia era la preferita per sostituire la GT86, ma con tutti queste limitazioni sto già guardando altrove.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.